Faccette dentali: cosa sono e come prendersene cura

Se ben realizzate, le faccette dentali rappresentano una soluzione rapida per ottenere un sorriso smagliante, nonché un trattamento perfetto per macchie dentali, schegge o spazi tra i denti. Si tratta tuttavia di una procedura irreversibile e che, quindi, necessita di una decisione ponderata. Prima di decidere insieme al tuo dentista se è il trattamento adatto a te, è importante ricevere le giuste informazioni, conoscere i costi e sapere qual è il modo migliore per prendersi cura delle faccette dentali.

Cosa sono le faccette dentali?

Una faccetta è una sottile lamella di porcellana utilizzata per replicare l'aspetto autentico del dente; la solidità e la resistenza di cui è dotata sono paragonabili a quelle dello smalto naturale dei denti. Vengono realizzate su misura in base alla forma dei propri denti e applicate allo smalto degli stessi con una serie di trattamenti presso lo studio dentistico.

Perché vengono utilizzate per i trattamenti odontoiatrici?

Le faccette dentali sono un'opzione meno invasiva rispetto a corone o apparecchi odontoiatrici. Secondo la British Dental Health Foundation, possono essere utilizzate per chiudere gli spazi tra i denti o correggere lievi forme di disallineamento dentale. A livello estetico, molti pazienti le prediligono per migliorare la luminosità del proprio sorriso e raddrizzare i denti, correggendo problemi come decolorazione, fratture e schegge.

Faccette in porcellana

Le faccette dentali più utilizzate sono quelle tradizionali in porcellana, quelle in resina composita e le Lumineers. L'accademia americana di odontoiatria cosmetica (AACD) sostiene che le faccette in porcellana siano le migliori per correggere problemi di forma e colore dei denti, con una vita utile che va dai dieci ai 20 anni.

Applicazione delle faccette

Normalmente, il trattamento richiede uno o due appuntamenti dal dentista. Se la faccetta è prefabbricata e già pronta all'uso, un appuntamento sarà sufficiente, mentre ne serviranno due in caso venga realizzata in laboratorio. Di seguito ci concentreremo sulle seconde, analizzandone tutti i passaggi di applicazione.

  1. Generalmente non serve anestesia locale, ma può essere somministrata in base alla sensibilità dentale del paziente. Il dentista pulisce il dente e stabilisce qual è la corretta tonalità cromatica per la faccetta. Una piccolissima parte di smalto del dente viene rimossa per fare spazio alla faccetta da applicarvi.

  2. Verrà presa un'impronta del dente da inviare in laboratorio e, nel frattempo, una faccetta temporanea verrà applicata sul dente e mordenzata (irruvidita) al centro, ben lontana dai margini.

  3. Il laboratorio consegna la faccetta in porcellana al dentista, che rimuoverà quella temporanea e pulirà il dente con polvere di pietra pomice e acqua. Si procede quindi alla mordenzatura della faccetta, risciacquata poi con acqua e lasciata asciugare a contatto con l'aria. Il materiale adesivo viene posato sulla superficie lavorata, per poi procedere con l'applicazione del cemento dentale e della faccetta per fissarla e darle la forma corretta.

  4. Tutte le superfici della faccetta vengono polimerizzate (indurite) con l'utilizzo di una speciale luce per 60 secondi, in modo da farle aderire bene alla struttura dentale.

  5. A questo punto, il dentista rimuove il materiale in eccesso e lucida i contorni della faccetta.

  6. In molti casi, il dentista chiederà di fissare una seconda visita per controllare eventuali fastidi; una faccetta dentale confortevole durerà per molto tempo.

Prendersi cura delle faccette dentali

 

Le faccette in porcellana vanno trattate con la stessa cura riservata ai denti naturali. Bisogna continuare a seguire il proprio regime di igiene orale quotidiana; per chi stringe o digrigna i denti, il dentista potrebbe raccomandare l'uso di un paradenti al fine di proteggere le faccette mentre si dorme.

Non bisogna dimenticare che le faccette andranno prima o poi sostituite, anche se vengono trattate con la massima cura. Una corretta igiene orale aiuterà comunque a farle durare il più a lungo possibile.

Se stai valutando questo trattamento, rivolgiti al tuo dentista e assicurati di comprendere ogni passaggio della procedura e di informarti sui costi da sostenere. Quando un sorriso è bello e sano, può farci sentire sicuri di noi stessi e migliorare il nostro benessere.

 

Altri articoli

Cosa accade durante l'applicazione di FACCETTE DENTALI

  1. Il dentista rimuove una piccola porzione della superficie del dente per permettere l'applicazione della faccetta.

  2. Quindi prende un'impronta del dente, che viene inviata al laboratorio odontotecnico.

  3. A questo punto si procede con la realizzazione della faccetta, che dovrà adattarsi perfettamente al dente e alla bocca.

  4. Infine, viene fissata al dente con un cemento composito.