Dentiere totali, parziali e cura delle protesi: scopri di più

La dentiera è una protesi rimovibile indossata in bocca che sostituisce i denti mancanti. Nonostante occorra del tempo per abituarcisi e non siano esattamente la stessa cosa rispetto ai denti veri, le dentiere moderne hanno un aspetto naturale e sono più comode che mai.

Esistono due tipi principali di protesi: quella totale e quella parziale. Il tuo dentista può aiutarti a scegliere il tipo di dentiera più adatto a te in base alla sostituzione dei denti necessaria, parziale o integrale, e ai costi da sostenere.

Come funzionano le dentiere?
Le dentiere totali prevedono una base in resina acrilica color carne applicata sulle gengive. La base della dentiera superiore ricopre il palato (parte superiore della bocca), mentre quella della dentiera inferiore è a forma di ferro di cavallo, per dare alla lingua lo spazio necessario.

Le dentiere vengono realizzate su misura nei laboratori dentistici tramite l'uso di calchi della dentatura. Sarà il dentista a determinare il tipo di dentiera più adatto tra i tre descritti di seguito.

  • Dentiera totale tradizionale
    La dentiera totale tradizionale viene posizionata in bocca una volta che i denti rimanenti siano stati rimossi e dopo che i tessuti siano guariti. La guarigione potrebbe impiegare alcuni mesi, durante i quali bisognerà restare senza denti.

  • Dentiera totale immediata
    La dentiera totale immediata viene indossata subito dopo la rimozione dei denti rimanenti (in una visita precedente all'applicazione, il dentista prenderà delle misure per realizzare modelli della mascella). Questo tipo di protesi offre un grande vantaggio, ovvero l'assenza di un periodo in cui si rimane senza alcun dente in bocca, ma andrà nuovamente rivestita alcuni mesi dopo la prima applicazione, dato che con la guarigione le ossa che supportano i denti assumeranno una nuova forma, diminuendone la tenuta.

  • Dentiere parziali
    Le dentiere parziali vengono poggiate su una struttura metallica attaccata ai denti naturali. In certi casi, su alcuni dei denti naturali vengono posizionate delle corone che fungono da punto di appoggio per la protesi. Le dentiere parziali sono rimovibili e rappresentano un'alternativa ai ponti.

 

Quanto tempo occorre per abituarsi alla dentiera?
Per le prime settimane o i primi mesi, le dentiere nuove possono risultare scomode o innaturali. Potrebbe servire un po' di pratica per imparare a mangiare e parlare con la dentiera. È comune avvertire una sensazione di ingombro o scarsa tenuta, poiché i muscoli di guance e lingua devono abituarsi a mantenere la protesi al suo posto. Sono inoltre comuni eccessiva salivazione e lievi irritazioni o dolori, nonché la sensazione che non ci sia spazio a sufficienza per la lingua. In caso di irritazioni, consulta il tuo dentista.

Quanto durano le dentiere?
Dopo un certo periodo di tempo, a causa della normale usura la dentiera dovrà essere nuovamente rivestita o fabbricata, oppure verrà effettuata una ribasatura. Quest'ultima prevede la realizzazione di una nuova base da applicare ai denti protesici, che rimarranno gli stessi. Inoltre, la bocca subisce cambiamenti naturali dovuti all'invecchiamento che provocano una perdita di tenuta della dentiera, recando difficoltà nella masticazione e irritando le gengive. È necessario andare dal dentista per un controllo almeno una volta l'anno.

Di seguito, alcuni consigli per prendersi cura della propria dentiera:

  • quando hai la dentiera in mano, assicurati di tenere sotto un asciugamano piegato o una bacinella d'acqua. Le dentiere sono delicate e potrebbero rompersi se cadono;

  • non lasciarla seccare. Immergila in un detergente specifico per dentiere o in acqua quando non la indossi. Non usare mai acqua calda, in quanto potrebbe deformarla;

  • lo spazzolamento quotidiano della dentiera rimuoverà residui di cibo e placca e aiuterà a prevenire la formazione di macchie. Puoi anche utilizzare un apparecchio per la pulizia a ultrasuoni, ma non potrà mai sostituire lo spazzolamento completo quotidiano;

  • ogni mattina, lava gengive, lingua e palato utilizzando uno spazzolino a setole morbide prima di indossare la dentiera. Così facendo, stimolerai la circolazione nei tessuti e faciliterai la rimozione della placca;

  • in caso di dentiera rotta, scheggiata, incrinata o dalla scarsa tenuta, rivolgiti al dentista. Non provare ad aggiustarla senza il suo aiuto, in quanto potresti danneggiarla irreparabilmente.

Altri articoli

Preziosi consigli di igiene orale per chi porta la DENTIERA

La dentiera va trattata con cura per garantirne la durabilità. Di seguito sono elencati alcuni consigli utili per prendersene cura.

  • Non lasciarla seccare – Immergila in un detergente specifico per dentiere o in acqua quando non la indossi. Non usare mai acqua calda, in quanto potrebbe deformarla.
  • Lavala bene – Lo spazzolamento quotidiano della dentiera rimuoverà residui di cibo e placca dentale e aiuterà a prevenire la formazione di macchie.
  • Prenditi cura della tua bocca – Ogni mattina, lava gengive, lingua e palato utilizzando uno spazzolino a setole morbide prima di indossare la dentiera. Così facendo, stimolerai la circolazione dei tessuti e faciliterai la rimozione della placca.
  • Rivolgiti al dentista – In caso di dentiera rotta, scheggiata, incrinata o dalla scarsa tenuta, rivolgiti al dentista. Non provare ad aggiustarla senza il suo aiuto, in quanto potresti danneggiarla irreparabilmente.