Che cosa sono le capsule e i ponti dentali?

•	Corana dentale e ponte dentale

Che cosa sono le capsule e i ponti dentali?
Le capsule e la maggior parte dei ponti dentali sono protesi dentarie fisse. Al contrario dei dispositivi mobili che possono essere tolti e puliti ogni giorno, come ad esempio le dentiere, le capsule e i ponti dentali sono fissati su elementi naturali o impianti e possono essere rimossi solamente dal dentista.

Come funzionano le capsule dentali?
Le capsule dentali sono impiegate per rivestire o completare denti danneggiati. Oltre a rafforzare gli elementi interessati, le capsule possono essere usate per migliorarne l'aspetto, la forma o l'allineamento. Le capsule possono anche essere applicate su un impianto, al fine di riprodurre la forma e la struttura del dente e ripristinarne la funzionalità. Quelle di porcellana o ceramica possono essere adattate al colore dei denti naturali. In generale, le capsule possono essere realizzate in leghe a base di oro o altri metalli, materiali acrilici e ceramiche. Più resistenti della porcellana, queste leghe sono solitamente consigliate per i denti posteriori. La porcellana, invece, viene spesso associata ad armature di metallo per una maggiore resistenza e un'estetica migliore.

Il dentista può consigliare la capsula dentale nei seguenti casi:

  • Sostituzione di un dente otturato se la porzione rimanente è troppo esigua
  • Protezione dalla rottura di un dente troppo fragile
  • Ricostruzione di un dente rotto
  • Installazione di un ponte
  • Copertura di un impianto dentale
  • Copertura di un dente ingiallito o di forma inadeguata
  • Copertura di un dente devitalizzato

Come funzionano i ponti dentali?
Il ponte viene consigliato in mancanza di uno o più denti. In effetti, lo spazio lasciato dai denti mancanti potrebbe determinare la rotazione o lo spostamento degli elementi rimanenti, compromettendo la funzione masticatoria. Lo squilibrio provocato dai denti mancanti, inoltre, potrebbe causare disturbi gengivali e problemi all'articolazione temporo-mandibolare.

Impiegati solitamente per sostituire uno o più denti mancanti, i ponti vanno a occupare lo spazio lasciato da quegli stessi elementi e vengono fissati ai denti naturali o agli impianti che circondano lo spazio vuoto. Questi denti, chiamati abutment o componenti transmucosa, fungono da punto di ancoraggio per il ponte. I denti sostitutivi, chiamati denti intermedi o ponti, vengono fissati alle corone che rivestono gli abutment. Come per le capsule dentali, anche i ponti possono essere realizzati con materiali diversi. Il dentista può fornire indicazioni su quelli migliori da usare, in base alla posizione del dente o dei denti mancanti, alla funzione, alle caratteristiche estetiche e ai costi. I ponti di porcellana o di ceramica possono essere adattati al colore dei denti naturali.

Come sono realizzati i ponti e le capsule dentali?
Prima di realizzare una capsula o un ponte dentale, è necessario che le dimensioni del dente o dei denti interessati siano ridotte, in modo che la corona o il ponte possa inserirsi perfettamente. Fatto questo, il dentista provvede a rilevare le impronte dentali, necessarie per realizzare il modello della capsula dentale o del ponte. Nel caso in cui venga impiegata la porcellana, occorre anche determinare il colore esatto della capsula o del ponte, affinché sia il più possibile simile a quello dei denti naturali.

Il laboratorio odontotecnico userà poi le impronte dentali per realizzare la capsula o il ponte, nel materiale specificato dal dentista. In attesa che la capsula o il ponte dentale definitivo sia pronto, il dente preparato viene coperto con una capsula o un ponte provvisorio. Il tutto sarà poi rimosso e sostituito dalla capsula o dal ponte definitivo, a sua volta fissato al dente o ai denti precedentemente preparati.

Quanto durano le capsule o i ponti dentali?
Progettati per durare tutta la vita, ponti e capsule dentali possono talvolta allentarsi o staccarsi. In generale, al fine di garantire la longevità di questi dispositivi, occorre adottare buone pratiche di igiene orale. In effetti, un ponte può allentarsi se i denti o le ossa su cui poggia sono compromessi da problemi dentali. È quindi necessario proteggere la salute dei denti e delle gengive, spazzolandoli due volte al giorno con un dentifricio a base di fluoro e utilizzando il filo interdentale una volta giorno. Infine, occorre sottoporsi a regolari visite dentistiche e pulizie dentali.

Al fine di non danneggiare capsule e ponti dentali nuovi, occorre altresì evitare di mordere e/o masticare cibi duri, ghiaccio o altri oggetti duri.

 

Corone
Fig 1 (porcellana) Fig 2 (oro)
Porcelain Gold

 

Porcellana su metallo.

Corona in oro.

 

Ponti
Fig 1 (spazio) Fig 2 (ponte) Fig 3 (fissaggio)
Space Bridge Cemented

 

Preparazione dei denti intorno allo spazio vuoto.

Montaggio e adattamento del ponte per il massimo comfort.

Fissaggio del ponte in posizione.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Preziosi consigli di igiene orale per PONTI E CORONE

Ponti e corone possono durare per tutta la vita, così come allentarsi o addirittura cadere. Una buona igiene orale è la misura più importante da attuare per garantirne la longevità:

  • lava i denti con un dentifricio al fluoro due volte al giorno e usa il filo interdentale quotidianamente per mantenere denti e gengive sane;

  • vai regolarmente dal dentista o dall'igienista dentale per controlli e pulizie professionali;

  • per prevenire eventuali danni a nuovi ponti e corone, evita di masticare cibi duri, ghiaccio o oggetti dalla simile consistenza.