I denti del giudizio: Che cosa sono?

L'eruzione dei denti avviene tra l'infanzia e l'adolescenza, in base a una sequenza precisa: canini, premolari, molari e per concludere, denti del giudizio. Questi ultimi sono sicuramente i più affascinanti, ma anche i più misteriosi. Che cosa sono, allora, questi denti del giudizio? I dentisti li chiamano anche ottavi o terzi molari e occupano la posizione più interna delle quattro semiarcate dentali. In alcuni soggetti non creano nessun problema, mentre in altri, possono causare dolore, infezioni e altri disturbi.

Dove e quando spuntano i denti del giudizio?

I denti del giudizio sono solitamente quattro e spuntano dietro i molari, alle estremità interne delle semiarcate dentali superiori e inferiori. Possono comparire già intorno ai 15 anni ma a volte anche molto dopo, fino ai 25 anni circa. La modalità di eruzione varia da un individuo all'altro. A volte, può capitare che erompano solo in parte, senza svilupparsi completamente, oppure che restino all'interno dell'osso o della gengiva. I denti che rimangono parzialmente o totalmente intrappolati nell'osso sono detti "inclusi".

Perché spuntano i denti del giudizio?

Il fatto che i denti del giudizio siano all'origine di vari problemi e che il loro ruolo non sia poi così determinante ai fini della masticazione, ha indotto molti specialisti a metterne in dubbio l'utilità. Il bambino affronta la seconda dentizione a partire dal sesto anno di vita ed è solamente durante questa fase che possono comparire i denti del giudizio. Nell'arco della storia umana, l'alimentazione tipica ha esercitato sui denti una forte azione abrasiva e spesso, i denti del giudizio hanno sopperito alla funzione dei molari usurati dall'azione abrasiva dei cibi. Oggi che le diete si compongono di alimenti più morbidi, i denti non si consumano più così rapidamente e i terzi molari tendono a perdere il proprio ruolo. Addirittura, sembra che le mandibole dell'uomo contemporaneo siano andate incontro a una vera e propria involuzione, risultando meno sviluppate e di dimensioni ridotte rispetto al passato.

Come comportarsi?

In alcune circostanze, i denti del giudizio possono essere fonte di dolore, fastidio, infezioni, disturbi gengivali e carie dentaria. Talvolta, all'origine di queste condizioni, può esserci la difficoltà di raggiungere i denti con lo spazzolino. In tal caso, si consiglia di usare modelli con il manico più lungo, in modo da ovviare al problema. In presenza di denti del giudizio inclusi, invece, il rischio più grave è lo sviluppo di cisti sotto gli stessi, con la conseguente possibile perdita di osso e una maggiore pressione sui nervi della mandibola.

Eventuali problemi ai denti del giudizio si risolvono solitamente con la loro rimozione. Nella maggior parte dei casi, i dentisti tendono a estrarre i terzi molari ai loro pazienti tra la tarda adolescenza e intorno ai 20 anni, prima che possano causare disturbi. A quest'età, infatti, le radici dei denti del giudizio non si sono ancora solidificate nell'osso mandibolare ed è più facile rimuoverli rispetto a soggetti meno giovani. L'estrazione dei denti del giudizio in età più avanzata, inoltre, comporta un rischio maggiore di lesione al nervo mandibolare, detto nervo alveolare inferiore. I pazienti più giovani, infine, tendono a smaltire molto più rapidamente gli effetti della sedazione.

Nel caso di adolescenti ai quali sia stato prescritto l'uso di un apparecchio o di altri dispositivi ortodontici, invece, i denti del giudizio vengono spesso rimossi alla fine del trattamento. L'eruzione dei terzi molari, infatti, potrebbe alterare l'allineamento degli altri denti dopo che il dispositivo li ha raddrizzati.

In conclusione, che cosa sono i denti del giudizio? Purtroppo non hanno nulla a che vedere con l'essere più o meno giudiziosi. In caso di dolore o fastidio, occorre rivolgersi quanto prima al proprio dentista di fiducia, poiché la tempestività consente di evitare eventuali problemi più gravi.

Se avete subito o subirete l'estrazione di un dente del giudizio, scoprite come favorire il processo di guarigione consultando le risorse del Centro di Igiene Orale Colgate.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Cosa comporta l'estrazione dei DENTI DEL GIUDIZIO

In caso di denti del giudizio incuneati e inclusi (incastrati nell'osso), il chirurgo orale procederà con un'incisione della gengiva ed estrarrà il dente in diverse sezioni per ridurre al minimo la quantità di struttura ossea asportata.

Successivamente all'intervento, si verificano comunemente gonfiore, sensibilità e lividi sul viso. Il dentista o chirurgo orale prescriverà impacchi con ghiaccio e antidolorifici per alleviare il dolore.