Che cos'è l'articolazione temporo-mandibolare?

VIEWS:

L'articolazione temporo-mandibolare o ATM è la giunzione situata alla base del cranio, di fronte al padiglione auricolare, che collega la mandibola o mascella inferiore alla mascella superiore. Al contrario delle altre articolazioni del corpo, essa presenta una struttura molto particolare, caratterizzata da una protuberanza di forma globulare nella mandibola che si incunea perfettamente nel cranio e dal disco articolare, una sorta di disco in tessuto cartilagineo - più morbido di quello osseo - che separa le due parti.

Questi tre componenti dell'articolazione temporo-mandibolare sono tenuti insieme da dei legamenti, che originano da zone diverse della testa e del collo e che hanno lo scopo di rafforzare la mascella e guidarla nei movimenti. Ad essi sono poi collegati diversi muscoli, molti dei quali contribuiscono alla movimentazione della mandibola.

Come funziona l'ATM?

L'articolazione temporo-mandibolare svolge due funzioni principali. La prima consente semplicemente nell'aprire e chiudere la bocca e ricorda il meccanismo delle cerniere di una porta. La seconda, invece, grazie a un movimento detto di traslazione, permette alla mandibola di spostarsi verso il basso e in avanti. Queste azioni consentono all'ATM di muoversi in avanti, indietro e lateralmente, favorendo attività abituali come masticare, sbadigliare e cantare.

Quali sono i possibili disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare?

Come le altre articolazioni presenti nel corpo, anche l'ATM potrebbe fratturarsi, gonfiare e dolere, limitando i movimenti della mandibola e provocando dolore alla testa e nella zona del collo. Le fratture del disco articolare sono piuttosto rare, ma esso potrebbe spostarsi, causando forti dolori e gonfiori. Anche l'artrite mandibolare è poco diffusa, al contrario di quanto accade nelle articolazioni delle ginocchia e delle anche, ma difficilmente può essere trattata solo con farmaci antinfiammatori. Nella maggior parte dei casi, infine, i dolori all'articolazione temporo-mandibolare sono temporanei ed è sufficiente alternare applicazioni di ghiaccio e impacchi caldi per alleviare l'indolenzimento dei legamenti e dei muscoli che la circondano.

E chi ha l'abitudine di digrignare e sfregare i denti?

In alcuni casi, il dolore mandibolare può essere determinato dai denti stessi, anziché dall'articolazione temporo-mandibolare o dai legamenti circostanti.

Sfregare i denti gli uni contro gli altri, ad esempio, potrebbe rivelarsi ancora più fastidioso se i denti non sono perfettamente allineati, poiché semplici movimenti rischiano di accentuare il problema, provocando dolore all'articolazione. Tra i fattori che possono avere un ruolo fondamentale nel determinare i disordini temporo-mandibolari vi è poi la sfera psiche/stress, come sottolinea l'Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale, quali ad esempio uno stress sul lavoro o nella vita privata. In questi casi, dentisti, ortodontisti e specialisti in prostodonzia sono certamente le figure più adatte a determinare le cause della condizione.

Anche l'abitudine di digrignare i denti è spesso all'origine di dolori mandibolari, disturbo che alcuni pazienti tendono a manifestare soprattutto durante il sonno. In seguito a una diagnosi accurata, il dentista di fiducia potrà prescrivere l'uso nelle ore notturne di un bite in materiale plastico trasparente, al fine di alleviare i sintomi.

Quando intervenire chirurgicamente sull'ATM?

In alcuni rari casi, i disturbi dell'articolazione temporo-mandibolare potrebbero richiedere trattamenti di tipo chirurgico. Uno studio pubblicato dalla rivista Dental Cadmos presenta le principali indicazioni in materia e gli interventi chirurgici più adatti alle varie patologie dell'ATM, nonché le indagini radiologiche necessarie per determinare le terapie più adeguate. Queste procedure sono spesso considerate alla pari dei trattamenti per gli infortuni al ginocchio.

Consigli su come prendersi cura dell'ATM

L'articolazione temporo-mandibolare, proprio come i denti, richiede visite di controllo regolari dal proprio dentista e igienista dentale, al fine di prevenire possibili complicazioni. Un corretto spazzolamento e l'uso di un dentifricio al fluoro, inoltre, possono contribuire a contrastare il processo di erosione dello smalto dentale causato dall'eventuale presenza di disturbi dell'ATM stessa.

Che cos'è, in sostanza, l'articolazione temporo-mandibolare? Saperlo può non essere poi così importante, purché si abbia l'accortezza di sottoporsi a controlli semestrali dal proprio dentista o igienista dentale. Anche per l'ATM, come per le altre articolazioni presenti nel corpo, uno stile di vita salutare e corrette procedure di prevenzione sono essenziali: solo così, il sorriso sarà sempre sano e smagliante.

Informazioni sull'autore

Il Dr. Huot è il fondatore e il CEO di Beachside Dental Consultants Inc. Ha partecipato come relatore a numerose conferenze nazionali e i suoi articoli più recenti sono stati pubblicati in diverse riviste di odontoiatria, quali Dental Products Report, Dental Economics, Dental Practice Report, ADA News e molte altre. Nel 2012, il Dr. Huot è andato in pensione dopo 30 anni di servizio come colonnello dello US Air Force Reserve Dental Corps, nonché comandante del 920° Aeromedical Staging Squadron presso la Patrick Air Force Base in Florida. Presidente della Maine Dental Association nel 1994 e presidente della Coast District Dental Association nel 2006, il Dr. Huot è oggi membro del consiglio di amministrazione della Florida Dental Association e membro del consiglio degli Affari Governativi dell’American Dental Association. Il Dr. Huot, infine, è membro dell’American College of Dentists, dell’International College of Dentists, dell’Academy of General Dentistry e della Pierre Fauchard Academy.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

I migliori modi per alleviare I SINTOMI DEI DTM

Non esiste una cura specifica per i DTM; tuttavia, sono disponibili diversi trattamenti per alleviarne notevolmente i sintomi. Ecco quelli più consigliati dai dentisti.

  • Medicinali – Per fermare gli spasmi muscolari e il dolore, applicare fonti umide di calore o prendere medicinali come rilassanti muscolari (miorilassanti), aspirine, antidolorifici da banco o antinfiammatori.
  • Indossare un paradenti – È possibile ridurre gli effetti nocivi di stringimento e digrignamento dei denti indossando un paradenti o un bite durante la notte.
  • Relax – Imparare delle tecniche di rilassamento per facilitare il controllo della tensione muscolare nell'area della mandibola. Il dentista potrebbe consigliare particolari attività o supporto psicologico per liberarsi dallo stress.

Disturbi correlati