Lussazione dell'articolazione temporo-mandibolare (ATM)

 

Di cosa si tratta?
L'articolazione temporo-mandibolare (ATM) si trova davanti alla parte inferiore dell'orecchio e permette alla mandibola di muoversi. È un'enartrosi, ovvero un'articolazione di forma sferica come quelle della spalla e dell'anca. Quando la bocca viene aperta, la sua protuberanza arrotondata (condilo) esce dalla cavità e si muove in avanti, per poi tornare nella posizione originale una volta chiusa la bocca.

La lussazione avviene quando l'ATM effettua movimenti troppo ampi e rimane incastrata di fronte a una sezione ossea che prende il nome di eminenza articolare, impossibilitando il condilo a tornare al proprio posto. Il fenomeno spesso si verifica quando i legamenti che mantengono il condilo in posizione sono in qualche modo allentati, causando degli spasmi nei muscoli circostanti; questi impediscono alla slogatura del condilo di recedere.

Sintomi
La mascella rimane aperta ed è impossibile chiudere la bocca; si possono provare dolori o fastidi fino a quando la mascella non torna nella sua posizione originale.

Diagnosi
Per diagnosticare la lussazione, il dentista esaminerà la posizione assunta dalla mascella e controllerà se è possibile chiudere la bocca o meno. La diagnosi medica verrà confermata da radiografie.

Durata prevista
Il problema viene risolto quando l'articolazione torna nella sua posizione originale. Tuttavia, l'area circostante può risultare sensibile per alcune settimane.

Prevenzione
La lussazione dell'ATM può continuare a verificarsi nei soggetti con legamenti allentati nell'articolazione. Per diminuirne gli episodi, i dentisti consigliano di limitare i movimenti mascellari, bloccando, ad esempio, il mento con il pugno mentre si sbadiglia per evitare di aprire troppo la bocca.

Alcuni trattamenti chirurgici conservativi possono prevenire l'insorgenza del problema in futuro. In alcuni pazienti, le mascelle vengono chiuse con dei fili per un determinato periodo di tempo, al fine di stringere i legamenti e limitarne i movimenti.

A volte potrebbe essere necessario procedere con un'eminectomia, ossia un intervento chirurgico che rimuove l'eminenza articolare per impedire all'articolazione sferica di incastrarvisi davanti.

Trattamento
Per far tornare il condilo alla sua normale posizione, i muscoli che circondano l'ATM devono distendersi. In alcuni casi, ciò è possibile solo con un'anestesia locale sull'articolazione mascellare, a volte seguita dalla somministrazione di rilassanti muscolari (miorilassanti) per via endovenosa (iniettati nelle vene del braccio) al fine di interrompere gli spasmi.

Quando i muscoli si saranno rilassati a sufficienza, il medico o dentista potrà far tornare il condilo nella sua corretta posizione. Per disincastrarlo, spingerà la mandibola verso il basso e il mento verso l'alto, per poi ricondurre l'articolazione sferica nella cavità.

In rari casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico in sala operatoria con anestesia totale. Se ciò dovesse accadere, per limitare i movimenti delle mascelle una volta sistemata la lussazione potrebbe essere necessario chiuderle con dei fili o posizionare degli elastici tra i denti inferiori e superiori.

Dopo l'intervento, è consigliabile seguire una dieta leggera e costituita da cibi liquidi per limitare i movimenti mascellari e lo stress esercitato sulle articolazioni. Vanno evitati cibi solidi da masticare come carni dure, carote, caramelle o cubetti di ghiaccio. Bisogna inoltre fare attenzione a non aprire troppo la bocca.

Quando rivolgersi a un professionista
In caso di lussazione dell'ATM, visita subito il tuo medico di base o dentista oppure vai al pronto soccorso per far tornare l'articolazione al proprio posto. Non è da escludere il rinvio a un chirurgo orale e maxillofacciale.

Prognosi
Le probabilità che l'articolazione sferica lussata torni nella propria cavità sono altissime. Ciononostante, in alcuni soggetti la lussazione potrebbe ripresentarsi; in questo caso potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Copyright © 2002-2013 Aetna, Inc. Tutti i diritti riservati.

 

Altri articoli

I migliori modi per alleviare I SINTOMI DEI DTM

Non esiste una cura specifica per i DTM; tuttavia, sono disponibili diversi trattamenti per alleviarne notevolmente i sintomi. Ecco quelli più consigliati dai dentisti.

  • Medicinali – Per fermare gli spasmi muscolari e il dolore, applicare fonti umide di calore o prendere medicinali come rilassanti muscolari (miorilassanti), aspirine, antidolorifici da banco o antinfiammatori.
  • Indossare un paradenti – È possibile ridurre gli effetti nocivi di stringimento e digrignamento dei denti indossando un paradenti o un bite durante la notte.
  • Relax – Imparare delle tecniche di rilassamento per facilitare il controllo della tensione muscolare nell'area della mandibola. Il dentista potrebbe consigliare particolari attività o supporto psicologico per liberarsi dallo stress.

Disturbi correlati