Quali sono le cause dell'alito cattivo?

L'alito cattivo può essere un problema imbarazzante per alcune persone e talvolta, può addirittura creare delle difficoltà nei rapporti sociali. Conoscerne le cause è importante perché potrebbe indicare la presenza di patologie dentali o mediche più gravi. Fortunatamente, sono numerose le soluzioni che consentono di eliminare l'alito cattivo e avere una bocca pulita e sana.

Quali sono le cause dell'alito cattivo?

L'alito cattivo, noto anche come alitosi, è una condizione che provoca la formazione di un odore cattivo percepibile quando il soggetto espira. Le cause possono essere numerose, ma solitamente risiedono nel cavo orale. Di seguito, alcune tra le cause più comuni dell'alito cattivo:

  • Alcuni alimenti: i residui di cibo trattenuti nel cavo orale dopo un pasto possono causare cattivo odore in seguito alla proliferazione dei batteri. Cibi dal sapore deciso come l'aglio, le cipolle e alcune spezie, possono influire sull'alito durante la digestione e il transito degli stessi nell'organismo.
  • Tabacco: il fumo di sigari e sigarette e il consumo di altri prodotti a base di tabacco generano un odore particolare e sgradevole. L'uso di prodotti a base di tabacco, inoltre, favorisce il rischio di tumori del cavo orale e non solo.
  • Igiene orale insufficiente e disturbi gengivali: il mancato spazzolamento dei denti, uso del filo interdentale o pulizia della lingua, favorisce l'accumulo di residui di cibo in bocca. La proliferazione batterica che ne consegue può determinare il cattivo odore, oltre ad aumentare il rischio di disturbi gengivali. In presenza di dispositivi dentali, come apparecchi o dentiere, è necessario pulirli regolarmente. E soprattutto, occorre sostituire lo spazzolino da denti ogni due/tre mesi o secondo le indicazioni del dentista o dell'igienista dentale.
  • Bocca secca: la saliva contribuisce a pulire la bocca eliminando eventuali residui di cibo. Se il flusso salivare è insufficiente, i residui di cibo che si accumulano in bocca possono causare cattivo odore. Anche l'uso di alcuni medicinali può determinare condizioni di bocca secca, come effetto collaterale, causando l'alitosi.
  • Condizioni mediche: infezioni alle vie respiratorie e infiammazioni dei seni paranasali, dei polmoni o della gola, possono generale alito cattivo, soprattutto in presenza di muco nelle cavità orale e nasale. Tra le altre condizioni mediche presumibilmente all'origine dell'alitosi, il diabete e alcune patologie a carico del fegato e dei reni.

Come contrastare l'alito cattivo

I rimedi casalinghi più efficaci contro l'alitosi sono lo spazzolamento regolare dei denti, l'uso del filo interdentale o dello scovolino dentale e la pulizia della lingua. Lo spazzolamento dei denti due/tre volte al giorno, unitamente alla pulizia della lingua e all'uso del filo interdentale o dello scovolino almeno una volta al giorno, infatti, consentono di rimuovere i residui di cibo dalla cavità orale. La pulizia della lingua dopo lo spazzolamento, in particolare, permette di limitare la quantità di batteri presenti sul dorso linguale stesso.

Il dentista o l'igienista dentale potrà poi prescrivere o consigliare dentifrici e collutori specifici per prevenire la formazione di cattivi odori. Esiste una vasta scelta di dentifrici e collutori che consentono di prendersi cura della bocca e prevenire l'alito cattivo.

Quando rivolgersi a un medico specialista

Se il dentista ha eliminato ogni causa di natura dentale dalle ragioni all'origine dell'alitosi e ha dichiarato che la bocca è in buone condizioni di salute, occorrerà rivolgersi a un medico specialista. Solo lo specialista, infatti, può confermare o escludere la presenza di patologie mediche specifiche.

Per quanto imbarazzante, l'alito cattivo non deve per forza avere ripercussioni sul piano sociale e parlarne con il proprio dentista o igienista dentale è sicuramente una buona idea. Anche se l'alitosi può non essere un problema sentito da chi ne soffre, i consigli qui esposti possono contribuire a migliorarne la salute orale.

Informazioni sull'autrice: Dianne L. Sefo è igienista dentale ed educatrice clinica professionale. Autrice e co-autrice di numerose pubblicazioni, ha lavorato in diversi studi privati di New York e della California del Sud e ha insegnato presso il Monroe Community College, il Concorde Careers College-San Diego e la New York University.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

l'ALITOSI

Definizione

L'alitosi è normalmente causata dalla scomposizione dei residui di cibo da parte di batteri responsabili dei cattivi odori. Altri fattori scatenanti includono una scarsa igiene orale, bocca secca, disturbi di vario tipo, infezioni, consumo di tabacco e una dieta troppo povera.

Cause

L'alito cattivo ha origine prevalentemente in bocca a causa di vari fattori, tra cui:

  • particelle di cibi dal forte odore, come aglio o cipolla;

  • fumo;

  • infezioni respiratorie;

  • reflusso acido;

  • accumuli batterici sulla lingua;

  • scarsa igiene orale.