Consigli su come masticare dopo un'otturazione

Successivamente a una o più otturazioni dentali, dolore e sensibilità dentale possono accompagnarti per ore, o addirittura giorni, dopo aver lasciato lo studio del dentista, causando non poche difficoltà mentre si mangia e beve.

Per fortuna, è possibile ridurre notevolmente il fastidio provato seguendo alcuni semplici consigli sulla masticazione ed evitando alimenti che causano problemi a seguito di un'otturazione:

  • mastica lentamente e con morsi delicati. Quando mordiamo, i denti subiscono un'enorme pressione, che può provocare forti dolori dopo un'otturazione. Mastica con calma e cerca di non effettuare morsi completi; in questo modo, risparmierai ai denti dei forti impatti. Se possibile, mastica sul lato opposto della bocca in cui è stato otturato il dente;

  • tieni la bocca chiusa mentre mastichi. Alcune persone possono sentire dolore nei denti sensibili al solo contatto con dell'aria fredda. Perciò, oltre che per motivi di buone maniere, è meglio tenere la bocca chiusa durante la masticazione così da impedire all'aria fredda di entrare in bocca e provocare dolori;

  • evita i cibi appiccicosi. Dopo essere usciti dallo studio dentistico, alcune otturazioni (in particolar modo quelle in amalgama) impiegano del tempo prima di fissarsi bene. In rare occasioni, i cibi appiccicosi e gommosi possono portare una nuova otturazione a staccarsi. È perciò meglio evitarli inizialmente;

  • evita le bevande troppo fredde o calde. Il rischio di denti sensibili e doloranti è minore con liquidi a temperatura moderata;

  • di' di no ai dolci. Cibi zuccherati e bibite analcoliche possono provocare sensibilità dentale e facilitare la proliferazione dei batteri negli angoli di una nuova otturazione;

  • non masticare noci, caramelle dure o ghiaccio. Oltre a esercitare eccessiva pressione sui denti in corso di guarigione, mordere cibi duri può far staccare una nuova otturazione non ancora ben fissa sui denti. Questo problema riguarda in particolare le otturazioni in amalgama, in quanto impiegano più tempo a solidificarsi rispetto a quelle in resina composita (dello stesso colore del dente).

 

Segui sempre i consigli del tuo dentista su masticazione, alimenti da evitare dopo un trattamento e quanto attendere prima di tornare a mangiare cibi solidi dopo un'otturazione dentale con materiali morbidi, come l'amalgama.

Se la sensibilità dentale non dovesse diminuire dopo alcune settimane, o in caso i dolori diventassero più acuti anziché placarsi, consulta il tuo dentista per scoprire cause e soluzioni al problema. A volte bastano piccoli interventi indolori per alleviare il fastidio, come ad esempio la limatura di un'area in rilievo. In altri casi, la sensibilità potrebbe indicare la presenza di un problema più grave. Scopri di più sulle otturazioni dentali nelle risorse del Centro di Igiene Orale Colgate.

 

Altri articoli

Cosa accade durante una procedura di OTTURAZIONE

  1. Anestesia locale – Potrebbe essere somministrata all'inizio della procedura per desensibilizzare l'area attorno al dente trattato.
  2. Rimozione della carie – Per eliminarla, il dentista effettua un'incisione sullo smalto usando un trapano odontoiatrico. Una volta rimossa, il dentista creerà lo spazio necessario in cui applicare l'otturazione.
  3. Mordenzatura – In caso utilizzi un materiale adesivo, il dentista effettuerà questa procedura, che prevede l'applicazione di un gel acido prima che l'otturazione venga inserita.
  4. Applicazione della resina – In alcuni tipi di otturazione, il dentista applicherà la resina e la indurirà con l'utilizzo di una speciale fonte luminosa per renderla resistente.
  5. Lucidatura – Una volta applicata l'otturazione, il dente verrà lucidato.