Alveolite post-estrattiva: fatti e prevenzione

Il dentista può consigliare un'estrazione dentale per svariati motivi. A molti pazienti risulterà familiare a causa della rimozione dei denti del giudizio; tuttavia, l'estrazione può anche essere effettuata per trattare infezioni, malattia parodontale o sovrapposizione dei denti.

Nonostante si tratti di una procedura relativamente semplice, bisogna fare attenzione ad alcuni fattori durante la guarigione, tra cui troviamo la complicazione più diffusa a essa associata: l'alveolite post-estrattiva. Scopri di cosa si tratta e come prevenirla dopo un'estrazione dentale.

Che cos'è l'alveolite post-estrattiva?

Successivamente all'estrazione di un dente permanente, si formerà un coagulo di sangue in bocca proprio nell'area in cui è stato rimosso. Il coagulo è di vitale importanza, in quanto protegge l'ossatura e le terminazioni nervose presenti nell'alveolo dentario rimasto vuoto.

L'alveolite post-estrattiva si verifica quando il coagulo si stacca, si disintegra oppure non si forma completamente, lasciando struttura ossea e nervi scoperti e a rischio di infezioni, oltre a provocare forti dolori in bocca e sul viso. Il disturbo richiede cure dentistiche il prima possibile.

Cosa provoca l'alveolite post-estrattiva?

A volte il coagulo di sangue si stacca a causa di un trauma o di forze esercitate sull'alveolo dentario vuoto. Purtroppo non è facile individuare le cause di un coagulo staccato o che non si è formato correttamente. Sono però noti dei fattori di rischio che aumentano le possibilità di insorgenza di questo disturbo, tra cui:

  • infezioni;

  • contraccettivi orali;

  • ferita non curata come si deve;

  • fumo e consumo di tabacco.

 

Come si può prevenire?

Normalmente, l'alveolite post-estrattiva si verifica durante i primi cinque giorni dopo l'estrazione; il primo passo per prevenirla è evitare particolari attività che possano causare traumi alla ferita, come ad esempio bere da una cannuccia o sputare con forza, azioni che possono far staccare il coagulo di sangue.

Il fumo e il consumo di tabacco aumentano le possibilità di insorgenza dell'alveolite post-estrattiva; entrambi devono essere evitati per almeno 24 ore prima e 24 ore dopo la procedura. Rivolgiti al tuo dentista per sapere se eventuali farmaci assunti regolarmente possono ostacolare la formazione del coagulo e scoprire in che modo eliminare o ridurre al minimo i rischi.

Il dentista o chirurgo orale consiglierà quasi sicuramente particolari regimi o istruzioni da seguire a casa durante la guarigione, ad esempio: bere molta acqua, non lavare i denti per 24 ore dopo la procedura, evitare determinati alimenti e fare gli sciacqui con un collutorio antibatterico. Darà inoltre raccomandazioni specifiche in base alla propria anamnesi dentistica, allo stato di salute del sistema immunitario e ai farmaci assunti.

Seguire bene i consigli ricevuti può essere di grande aiuto per prevenire l'alveolite post-estrattiva e per una sana guarigione dopo la rimozione del dente.

 

Altri articoli

Consigli per la gestione del dolore a seguito di un'ESTRAZIONE DENTALE

Di seguito, alcuni consigli per cercare di ridurre al minimo i fastidi provati e accelerare il processo di guarigione:

  • usare impacchi di ghiaccio sul viso per ridurne il gonfiore per 20 minuti, con 20 successivi minuti di pausa;

  • consumare alimenti morbidi e tiepidi per alcuni giorni;

  • passate 24 ore dall'intervento, sciacquare la bocca con dell'acqua calda salata. Basterà una tazza di acqua con mezzo cucchiaino di sale all'interno;

  • non fumare, usare cannucce o sputare dopo l'intervento, in quanto il coagulo di sangue creatosi nello spazio prima occupato dal dente potrebbe cadere.