Labbra gonfie: cause e rimedi

Gonfiore improvviso del labbro superiore

Almeno una volta nella vita, la maggior parte delle persone ha senza dubbio provato la sensazione di avere le “labbra gonfie”, soprattutto dopo incontri ravvicinati non proprio delicati. Nonostante una pallonata in viso possa effettivamente determinare un aumento di volume delle labbra, le ragioni all'origine di un edema labiale possono talvolta essere ben più complesse del trauma causato da un pallone. In alcuni casi, infatti, il gonfiore può essere il sintomo di una condizione molto più seria. Una volta considerate le possibili cause, se necessario, si consiglia di rivolgersi al proprio medico curante per discutere insieme il problema e i possibili rimedi.

Le quattro cause dell'edema labiale

1. Il trauma

Una delle cause più comuni dell'edema labiale è sicuramente il trauma orale. La pelle che riveste le labbra è molto sottile e se la bocca viene colpita con troppa veemenza, il sangue fluisce rapidamente in questa zona, determinandone la tumefazione. A volte il trauma provoca un semplice gonfiore, mentre, in altri casi, può causare la rottura dello strato cutaneo e copiose fuoriuscite di sangue, essendo l'area particolarmente ricca di vasi sanguigni. Nella maggior parte dei casi, è possibile risolvere il problema ricorrendo a rimedi naturali. Innanzitutto, occorre esaminare la zona interessata. Se le labbra sono solo tumefatte, è possibile applicare del ghiaccio per attenuare il gonfiore; se presentano lesioni, invece, è necessario lavarsi le mani e applicare un impacco pulito e freddo per arrestare la fuoriuscita del sangue. Se l'emorragia non si arresta nei 5-10 minuti successivi, è bene rivolgersi al proprio medico curante, soprattutto se i tagli superano il centimetro di lunghezza, sono il risultato di una morsicatura o presentano detriti al loro interno.

2. Le allergie

Quando il gonfiore alle labbra è determinato da una reazione allergica, si parla di angiodema allergico. Se l'organismo entra in contatto con uno o più allergeni, il conseguente rilascio di istamina determina un accumulo sottocutaneo di liquidi. Nella maggior parte dei casi, questo tipo di angiodema è associato ad allergie alimentari. Chiaramente, un soggetto potrebbe rendersi conto di essere allergico a uno o più alimenti solo nel momento in cui li consuma e presentare labbra, bocca e gola gonfie solo in quella specifica occasione. In caso di reazioni allergiche più lievi, i farmaci da banco sono solitamente sufficienti per limitare la risposta dell'organismo all'istamina. Al contrario, se il gonfiore si estende alla gola, causando disturbi respiratori (shock anafilattico), è necessario ricorrere all'autoiniettore di adrenalina regolarmente prescritto o rivolgersi immediatamente al proprio medico curante.

3. Le infezioni

Quando l'organismo combatte un'infezione, la pelle può risultare infiammata e irritata, soprattutto nelle zone più delicate del viso come le labbra o intorno alla bocca. Se le labbra presentano dei tagli e questi cominciano ad apparire infiammati, gonfi, caldi al tatto e doloranti, è possibile che sia in corso un'infezione. Solitamente, queste infezioni insorgono quando le ferite e le lesioni vescicolari entrano in contatto con batteri dannosi, in grado di ritardare il processo di guarigione e in alcuni casi, causare condizioni più serie. Esse possono essere determinate dal contatto con le mani oppure, dai batteri che proliferano nel cavo orale. Al fine di proteggersi dalle infezioni, è innanzitutto necessario evitare di tormentare le ferite in via di guarigione; in secondo luogo, occorre trattenersi dal pungere o scoppiare eventuali vesciche per non trasferire alle ferite i batteri presenti sulle mani. Qualora si sospetti un'infezione, è bene rivolgersi al proprio medico curante per farsi prescrivere una pomata antibiotica o un altro farmaco in grado di arrestare l'infezione e favorire la guarigione.

4. Una reazione chimica

Alcune sostanze caustiche, presenti ad esempio nei prodotti per la pulizia, possono causare bruciature e lesioni, soprattutto nelle zone più delicate del viso come la bocca e le labbra. Ne conseguono la comparsa di vescicole, tumefazioni e un generale senso di malessere. In caso di pelle arrossata e gonfiore, è sufficiente applicare degli impacchi freddi; se la pelle presenta tagli e vesciche, invece, è necessario rivolgersi al proprio medico curante. Le lesioni, infatti, potrebbero essere il sintomo di un'ustione del terzo grado e richiedere, oltre al consulto medico, pomate antibiotiche volte a favorirne la guarigione.

Le cause dell'edema labiale non sono sempre scontate come può sembrare. Siccome la pelle delle labbra è così sottile e delicata, le ragioni del gonfiore e del senso di malessere potrebbero essere davvero numerose. In ogni modo, se si capisce qual è la vera origine del disturbo, il problema potrebbe risolversi in tempi piuttosto brevi.

In questo caso come in altri, è necessario curare la propria salute orale usando dentifrici e collutori specifici, al fine di prevenire la placca, le gengiviti e la formazione del tartaro.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

  • La salute orale e la salute generale delle donne

    La salute dei denti e le malattie gengivali possono incidere fortemente su cardiopatia e problemi legati a diabete e gravidanza nelle donne. Colgate offre informazioni che collegano la salute dei denti alla salute generale.
  • Sapore metallico in bocca: che cosa significa?

    Occorre preoccuparsi nel caso in cui si avverta un sapore metallico in bocca? Ecco qualche utile informazione su questo sgradevole sapore, su come prevenirlo e curarlo.
  • Le cause della tumefazione in bocca

    Una tumefazione in corrispondenza della mascella o della mandibola può essere indice di diverse condizioni. Vieni a scoprire le possibili cause su colgate.it

Altri articoli

Disturbi comuni negli ADULTI

Con il passare dell'età, è essenziale prendersi cura della propria salute dentale. Di seguito, troverai un elenco delle condizioni da tenere d'occhio.

  • Malattie gengivali – Se non segui rigorosamente il tuo regime di igiene orale e salti spazzolamento e uso del filo interdentale, placca batterica e tartaro possono accumularsi sui denti e causare infiammazioni batteriche. Se non trattati, placca e tartaro possono causare danni irreparabili all'osso mascellare e alle strutture ossee che supportano i denti, provocandone un'eventuale perdita.
  • Cancro orale – Secondo il National Institute of Dental and Craniofacial Research, ente governativo americano per la ricerca dentale e craniofacciale, il rischio di cancro orale è più alto negli uomini sopra i 40 anni. Il rischio sale quando vengono consumati prodotti a base di tabacco e bevande alcoliche. Nella maggior parte dei casi, il tumore può essere diagnosticato dal dentista durante un controllo di routine.
  • Rottura delle otturazioni dentali – La vita utile delle otturazioni va dagli otto ai dieci anni. Tuttavia, a volte durano anche 20 anni, se non di più. Quando iniziano a fratturarsi, i residui di cibo e i batteri che si intrappolano al loro interno possono causare carie profonde.