Cosa provoca la comparsa di macchie rosse sul palato?

Esistono diversi fattori che provocano la comparsa di puntini rossi sul palato. Mentre alcuni rappresentano dei fastidi di lieve entità, altri possono essere segni di problemi di salute più gravi e necessitare di controlli approfonditi. Di seguito, ne presentiamo alcuni.

Afte

Nel corso della propria vita, la maggior parte delle persone soffrirà di afte almeno una volta; normalmente compaiono sulla parte interna di guance e labbra, ma possono anche spuntare sul palato. Sono solitamente dovute a stress, al consumo di particolari alimenti o al contatto con altri agenti irritanti e insorgono sotto forma di bolle piccole e rosse, spesso con un nucleo centrale bianco. Per trattarle sono disponibili farmaci da banco e nella maggior parte dei casi la guarigione avviene in un lasso di tempo che va dai sette ai dieci giorni.

Candidosi

Conosciuta anche come candidiasi orale o mughetto, si tratta di una proliferazione fungina che causa bolle di colore rosso e macchie bianche all'interno della bocca. Diffusa in soggetti diabetici e che indossano dentiere, la candidosi viene spesso trattata prevenendo la proliferazione stessa. Secondo l'American Dental Association (Associazione Dentistica Americana), i farmaci antimicotici (antifungini) assunti per via orale possono aiutare a combattere i casi particolarmente gravi di questo disturbo. Scopri di più sul mughetto nelle risorse del Centro di Igiene Orale Colgate.

Virus coxsackie

virus coxsackie sono responsabili di disturbi di mani, piedi e bocca (in particolare sul palato), causando vesciche e macchie rosse dolorose. Anche se diffusi maggiormente tra i bambini sotto i cinque anni, possono colpire soggetti di qualunque età. I trattamenti disponibili per curarli includono farmaci da banco antifebbrili, antidolorifici e medicinali sotto forma di collutorio che danno sollievo dal fastidio provocato dalle vesciche.

In rari casi, vesciche e lesioni in bocca possono essere sintomo di cancro orale; perciò, è importante far controllare dal proprio dentista eventuali bolle dolorose, che portano difficoltà nel mangiare e bere o che non si rimarginano in poco tempo.

 

Altri articoli