Bolle sulla lingua (papille ingrossate): cause, sintomi e trattamenti

Bolle sulla lingua

Avete mai lamentato la presenza sulla lingua di fastidiose bolle che sembrano spuntare dal nulla? A volte sono talmente insopportabili che sareste disposti a tutto pur di eliminarle. Le ragioni all'origine di queste lesioni possono essere numerose e differenti.

Che cosa sono quelle bolle sulla lingua?

La lingua è un organo della bocca che svolge funzioni molto importanti, legate alla percezione del gusto, all'articolazione delle parole, alla masticazione e alla deglutizione. In superficie, essa presenta delle sporgenze denominate papille linguali (o papille gustative) che, come riportano Medicinapertutti.it e l'enciclopedia online Sapere.it, vengono distinte in quattro tipi differenti:

  1. Papille filiformi (o corolliformi): prive di calici gustativi, esse sono ripartite ai lati e sulla superficie dorsale della lingua, prevalentemente sulla parte centrale e posteriore.
  2. Papille fungiformi: sono le più comuni, presenti sulla lingua in un numero che varia tra 200 e 400. Esse si trovano sull'apice e ai lati della lingua e sono sensibili alla temperatura, al tatto e soprattutto al gusto: da esse, infatti, dipende la capacità di distinguere i sapori dolci, amari, acidi e salati.
  3. Papille vallate (o circumvallate): talmente grandi da essere visibili a occhio nudo, sono disposte alla base della lingua, molto vicine alla gola.
  4. Papille foliate: nonostante le dimensioni più ridotte, sono comunque visibili a occhio nudo. Esse sono poste ai margini del corpo linguale e davanti alle papille vallate.

Perché le papille gustative si ingrossano?

La presenza di papille linguali ingrossate può causare una strana sensazione, dato che i recettori dei nervi sono molto sensibili. Di certo non occorre allarmarsi, perché nella maggior parte dei casi non è nulla di grave. Talvolta, come riporta Pazienti.it, le papille gustative possono gonfiarsi e provocare dolore a causa di una condizione medica transitoria, chiamata papillite linguale. Le ragioni possono essere accidentali, quando ad esempio ci si morsica la lingua masticando, oppure legate alla presenza di un virus nell'organismo o dovute alla normale esfoliazione delle papille stesse.

L’aspetto delle papille gustative può variare anche a causa di altre condizioni mediche. La glossite migrante benigna o lingua a carta geografica è una di queste. Come sottolinea l'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, essa si presenta con aree rosse, singole o multiple, che possono ingrandirsi o rimpicciolirsi in pochi giorni, dando l’apparenza di muoversi sulla lingua. I cambiamenti di forma e dimensione della lesione danno un aspetto “a mappa”, dal quale deriva la denominazione “a carta geografica”. Tra le condizioni che potrebbero determinare l’infiammazione delle papille linguali vi sono poi le infezioni batteriche o fungine, le infezioni orali, le reazioni allergiche, la sifilide, l’herpes labiale, i tumori o le malattie autoimmuni.

È necessario curare le papille ingrossate?

La comparsa di bolle sulla lingua non richiede sempre uno specifico trattamento, tranne se la condizione permane per più di 10 giorni. Il consiglio, in presenza di una qualsiasi lesione orale che dura da più di 7-10 giorni, è di rivolgersi comunque al proprio dentista o igienista dentale. Il monitoraggio di eventuali variazioni nelle dimensioni, nel colore e nella posizione delle lesioni, infatti, consente di fornire valutazioni più accurate. Se invece le lesioni incominciano a sanguinare, diventano più dolorose, crescono o si diffondono, è necessario chiedere un consulto specialistico quanto prima.

Adottare corrette abitudini di igiene orale è certamente il modo migliore per avere una bocca sana. Spazzolare i denti due volte al giorno è fondamentale, ma occorre prestare attenzione anche alla lingua. A tal proposito, il mercato offre spazzolini dal design innovativo che consentono di pulire sia le guance che la lingua. In presenza di papille linguali infiammate o ingrossate, infine, può essere utile fare dei risciacqui con acqua tiepida e sale, bere molta acqua e in generale, pazientare e attendere che le lesioni guariscano.

Come prevenire la comparsa di bolle sulla lingua?

Eventuali lesioni alla lingua possono essere prevenute indossando apposite protezioni durante le attività sportive, mangiando lentamente e prestando più attenzione alla posizione della lingua in bocca. Evitare comportamenti a rischio, come ad esempio fumare sigarette, e ridurre lo stress possono contribuire ulteriormente a limitare nel tempo la comparsa sulla lingua di bolle di grandi dimensioni.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli