Il migliore dentifricio sbiancante: come capire se è il prodotto giusto per un sorriso perfetto

Trovare il miglior dentifricio sbiancante

È sufficiente percorrere la corsia dei dentifrici di qualsiasi negozio per rendersi conto di quanti prodotti sbiancanti pretendano di essere i migliori. I relativi principi attivi e benefici, poi, sono talmente differenti tra loro che compiere una scelta oculata diventa una vera impresa. Indipendentemente dallo scopo per cui si acquistano, dall'avere un sorriso più luminoso al desiderio di ridare ai denti il loro naturale candore, comprendere la differenza tra i vari prodotti sbiancanti è fondamentale per limitare le alternative.

Protezione dello smalto

In seguito allo sbiancamento dei denti, l'uso di un dentifricio che ne fortifica e protegge lo smalto può contribuire a mantenerli bianchi. Questi trattamenti, infatti, rafforzando i punti deboli dei denti, impediscono alle macchie di penetrare in profondità e di ingiallire la superficie. Si tratta di prodotti di mantenimento ideali per conservare il candore e la brillantezza ritrovati, che nel contempo contribuiscono a rafforzare e a proteggere lo smalto.

Altri benefici

Siccome non c'è tempo di usare più prodotti ogni volta che si spazzolano i denti, il dentifricio sbiancante ideale deve offrire anche altri benefici, come proteggere dalla carie e rinfrescare l'alito, e contribuire al miglioramento della salute delle gengive. Occorre verificare che il prodotto scelto contenga fluoro per prevenire la carie e agenti dalla leggera azione abrasiva, per denti puliti e privi di macchie.

Prima di cominciare a utilizzare un prodotto sbiancante, è comunque consigliabile rivolgersi al proprio dentista o igienista dentale, soprattutto se sono presenti corone e otturazioni. Queste, infatti, possono influire sull'azione degli agenti sbiancanti e di conseguenza, è necessario consultare il proprio dentista per sapere quali sono i principi attivi e i trattamenti migliori per ritrovare un sorriso luminoso.

Comfort e sensibilità

Tra i principali effetti collaterali dei trattamenti sbiancanti, il più comune è senza dubbio la maggiore sensibilità dentale. Pertanto, se in seguito all'utilizzo di un dentifricio sbiancante compaiono dolori ai denti o alle gengive, è meglio optare per un prodotto con principi attivi meno aggressivi. Anziché usare il dentifricio sbiancante classico, ad esempio, si può scegliere un prodotto sbiancante specifico per denti sensibili e trarre vantaggio dai benefici di questo trattamento, senza provare alcun fastidio.

I dentifrici sbiancanti sono sicuri per tutta la famiglia, ma è sempre meglio chiedere consiglio al proprio dentista o igienista dentale sul metodo migliore per avere un sorriso più brillante. Informarsi sugli ingredienti e sui benefici dei vari prodotti sbiancanti, inoltre, permette di trovare quello più adatto alle esigenze di ognuno.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Consigli per prevenire la decolorazione dopo uno SBIANCAMENTO DEI DENTI

Una volta portato a termine il trattamento sbiancante, esistono vari metodi per mantenere bianco il proprio sorriso.  

  • Evitare cibi e bevande che macchiano i denti – Alimenti come caffè, tè, vino, bevande energetiche, caramelle dure, bacche e sugo di pomodoro possono causare la decolorazione dei denti. 
  • Bere con una cannuccia – Consumare bevande con una cannuccia può aiutare a tenere alla larga dai denti i coloranti responsabili di macchie.
  • Smettere di fumare – Il fumo di tabacco può decolorare i denti; eliminando questa abitudine, potranno conservare la loro luminosità.