Sigillatura dei denti

Cosa sono i sigillanti dentali?
I sigillanti dentali sono rivestimenti di plastica normalmente applicati alla superficie masticatoria (occlusale) dei denti permanenti posteriori (molari e premolari) per proteggerli dalla carie.

Perché vengono applicati ai denti?
Le superfici di molari e premolari su cui avviene la masticazione presentano scanalature (fessure) che li rendono vulnerabili alla carie. Queste fessure possono risultare profonde, difficili da pulire e addirittura più sottili di una setola dello spazzolino. La placca batterica tende ad accumularsi in queste aree e gli acidi che rilascia attaccano lo smalto dentale, causando l'insorgenza di carie. Mentre il fluoro aiuta a prevenire la carie e proteggere tutte le superfici dei denti, i sigillanti dentali offrono una protezione aggiuntiva alle aree con scanalature e piccoli solchi, fornendo una copertura liscia e levigata sulla superficie.

Quando viene effettuata una sigillatura dei denti?
Inizialmente, il materiale sigillante viene applicato sulle fessure del primo molare permanente una volta che la superficie di masticazione è completamente emersa dalla gengiva. Questo dente cresce dietro a quelli da latte; se le superfici occlusali vengono sigillate, il materiale applicato aiuterà a proteggere il dente. Fatta eccezione per i denti del giudizio, che spuntano in età adulta, molari e premolari continuano a crescere tra gli 11 e i 13 anni di età e la loro superficie di masticazione può essere sigillata una volta che sono emersi dalla gengiva.

Dental Sealants

La sigillatura viene effettuata solo sulla superficie masticatoria nei molari e premolari permanenti?
Normalmente, sono questi due tipi di denti a essere sigillati, dato che presentano fessure profonde. A volte, i sigillanti dentali vengono utilizzati anche per proteggere le superfici di altri denti permanenti con scanalature e solchi. Nella dentatura da latte, alcuni bambini presentano molari con scanalature che potrebbero necessitare di sigillanti dentali; in casi del genere, il dentista o l'igienista dentale potrebbe consigliare questo tipo di trattamento.

I sigillanti dentali possono essere applicati ai denti permanenti?
Sì. Anche se con minore frequenza, la sigillatura può essere effettuata in soggetti adulti a rischio di carie su scanalature e fessure dentali ancora non otturate o sigillate.

Quale aspetto hanno i sigillanti dentali?
Possono essere trasparenti, di colore bianco o leggermente colorati in base al materiale utilizzato.

Come vengono applicati?
Il dentista o l'igienista dentale comincia pulendo a fondo la superficie del dente con una particolare pasta e utilizzando uno spazzolino rotante, per poi sciacquarla con acqua e asciugarla. Successivamente, una soluzione acida viene applicata per alcuni secondi all'area della superficie di masticazione dove è presente la fessura, per poi essere risciacquata. Vengono così create delle aree dalle dimensioni impercettibili e una superficie molto sottile e più ruvida rispetto allo smalto dentale circostante, visibile solamente per mezzo di un microscopio. Il loro compito è quello di permettere al sigillante di aderire correttamente al dente. Una volta che il dente è stato di nuovo asciugato, il sigillante dentale liquido viene applicato su di esso e fatto indurire tramite l'uso di una speciale luce o di un particolare materiale sigillante che si solidifica senza l'uso di fonti luminose. Una volta induritosi, il sigillante dentale diventa un solido rivestimento di lacca plastica che ci permette di masticare con il dente trattato.

Quanto durano i sigillanti dentali?
La loro efficacia è stata clinicamente provata già dagli anni 70 e molti studi hanno dimostrato che aiutano a prevenire la carie efficacemente sulle superfici adibite alla masticazione (occlusali). Possono durare per molti anni e, se necessario, il trattamento può essere ripetuto più di una volta sullo stesso dente.

I prodotti al fluoro vanno usati lo stesso in caso di sigillatura dei denti?
Sì. I sigillanti proteggono solamente la superficie dentale su cui sono stati applicati. Il fluoro aiuta a difendere tutte le superfici dalla carie.

Altri articoli

Cosa accade durante una procedura di SIGILLATURA DEI DENTI

L'applicazione dei sigillanti dentali è normalmente indolore e non richiede l'utilizzo di trapani odontoiatrici o anestesia.

  1. Preparazione del dente – L'igienista dentale inizia lucidando la superficie del dente da trattare per rimuovere placca e residui di cibo da scanalature e fessure. Dopodiché, il dente verrà isolato e asciugato. La superficie sarà poi mordenzata (irruvidita da sostanze acide), risciacquata e asciugata di nuovo.

  2. Applicazione del sigillante – Usando un particolare spazzolino, l'igienista poserà il materiale sigillante sulla superficie del dente. Per circa 30 secondi, una luce per l'autopolimerizzazione verrà puntata sul dente per far aderire il sigillante alla superficie dentale.

  3. Controllo finale – Per concludere, igienista dentale e dentista controlleranno se la procedura e l'occlusione del materiale sono andate a buon fine. Una volta induritosi, il sigillante dentale diventa un solido rivestimento di plastica che ci permette di masticare con il dente trattato.