L’Apparecchio Ortodontico

Apparecchio per raddrizzare i denti

Le impronte sono state prese, l’appuntamento è stato fissato: è il momento di mettere l’apparecchio ortodontico. Una volta completato tutto il lavoro preparatorio, l’ortodontista installerà l’apparecchio ortodontico sui denti del paziente, una procedura che potrebbe rendere nervosi. Indipendentemente dall’età della persona seduta sulla poltrona, sapere che cosa succederà e come prepararsi a questa procedura può alleviare l’ansia.

L’igiene orale

Se prima dell’installazione dell’apparecchio ortodontico i denti non sono sufficientemente puliti, l’ortodontista li pulirà con una pasta lucidante, per poter cementare correttamente l’apparecchio ortodontico ai denti. Se possibile, si consiglia di programmare una seduta di igiene orale professionale col proprio dentista/igienista qualche giorno prima dell’installazione dell’apparecchio ortodontico, in modo da eliminare la placca. Inoltre lavare i denti, usare filo interdentale o scovolino dentale, e fare gargarismi col collutorio prima dell’appuntamento può dare maggiore sicurezza e velocizzare il lavoro dell’ortodontista.

Le diverse tipologie di apparecchio ortodontico

Prima dell’inizio della procedura è bene sincerarsi con l’ortodontista della tipologia di apparecchio ortodontico che installerà e di come influirà sui denti. In genere gli apparecchi ortodontici si dividono in due macro-categorie:

  • Apparecchi fissi, costituiti da bracket (attacchi) che vengono fissati sulla faccia esterna o interna dei denti e collegati tra loro da un archetto metallico.
  • Apparecchi mobili, realizzati in materiale sintetico trasparente.

L’ortodontista sceglierà la tipologia di apparecchio ortodontico più adatta in base alle problematiche del singolo paziente. Fortunatamente esistono numerose alternative tra cui scegliere per personalizzare l’apparecchio ortodontico, tra cui bande trasparenti, meno visibili, oppure bande in colori vivaci e divertenti pensate per i più piccoli.

Un po’ di fastidio

Al ritorno a casa è possibile che si avverta un leggero fastidio. Si potrebbero avere i denti sensibili, inoltre il nuovo apparecchio ortodontico potrebbe provocare lesioni all’interno della bocca. Nei giorni subito successivi si consiglia di mangiare cibi morbidi, come zuppe, pasta ben cotta e banane, e se necessario assumere antidolorifici da banco. Tuttavia, se si avverte un fastidio molto intenso, che non passa assumendo ibuprofene o paracetamolo, è consigliabile chiedere un secondo parere all’ortodontista. La sensibilità dovrebbe passare nel giro di qualche giorno.

È importante chiedere all’ortodontista quale sia il modo migliore per prendersi cura del proprio apparecchio ortodontico. Occorrerà lavare i denti regolarmente e usare un idropulsore per rimuovere i residui di cibo che possono rimanere incastrati tra l’apparecchio ortodontico e i denti; inoltre è bene evitare i cibi appiccicosi. Con una corretta igiene orale e regolari controlli da parte dell’ortodontista sarà possibile mantenere i denti sani fintanto che l’apparecchio ortodontico sarà in posizione.

L’installazione dell’apparecchio ortodontico può mettere un po’ d’ansia, ma solitamente la parte peggiore è la paura dell’ignoto. Fare molte domande e prepararsi fisicamente per l’appuntamento dovrebbe aiutare a sentirsi più sicuri. Prossima fermata: un sorriso perfetto!

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Problemi di igiene orale diffusi tra gli ADOLESCENTI

Col procedere dello sviluppo, gli adolescenti devono affrontare alcuni problemi legati ai denti, come ad esempio l'uso dell'apparecchio o l'estrazione dei denti del giudizio. Alcune di queste procedure fanno parte della vita, mentre altre rappresentano misure di prevenzione attuate dai dentisti per assicurare una buona salute orale che li accompagni per sempre.

 

Di seguito sono elencati alcuni argomenti di cui parlare coi propri figli adolescenti.

  • Cause dell'alitosi – L'alito cattivo è solitamente provocato da batteri che si accumulano sulla lingua. In molti casi, bastano delle piccole modifiche all'igiene orale dei ragazzi per rinfrescarne l'alito, in primis buone abitudini di pulizia orale, spazzolamento della lingua e visite periodiche dal dentista.
  • Trattamenti sbiancanti – Lo sbiancamento dei denti è possibile grazie a spazzolini, collutori e dentifrici sbiancanti. Il dentista può consigliare diversi trattamenti, eseguibili presso il suo studio o a casa.
  • Consumo di tabacco – I prodotti a base di tabacco contengono tossine che causano vari tipi di cancro, malattie gengivali, alitosi, decolorazione dentale e riduzione del senso dell'olfatto. Questa cattiva abitudine è più facile da eradicare quando si è giovani.
  • Piercing alla bocca – I piercing alla bocca possono avere ripercussioni negative sulla salute orale di lingua, labbra, guance e ugola. I problemi di salute orale correlati alla deglutizione/aspirazione di piercing includono difficoltà nel parlare, fratturazione dei denti e recessione gengivale.