Quadro Generale

Sempre più studi scientifici dimostrano che le donne affette da malattie gengivali sono più a rischio di partorire prematuramente o di dare alla luce bambini sottopeso. Nonostante vi sia bisogno di ulteriori ricerche, sembra che le malattie gengivali scatenino un alto livello di fluidi biologici che causano il travaglio. Inoltre, alcuni dati suggeriscono che se i problemi gengivali si aggravano durante la gravidanza, si incorre un rischio più alto di parto prematuro e di peso troppo basso alla nascita.

Per ridurre al minimo i rischi incorsi durante la gravidanza, basta seguire questi consigli di natura generale riguardanti i disturbi da tenere d'occhio:

  • una donna che sta considerando l'eventualità di una gravidanza dovrebbe andare dal dentista per un controllo e curare qualsiasi problema orale prima di rimanere incinta;
  • durante la gravidanza, denti e gengive hanno bisogno di attenzioni particolari. Per cercare di ridurre al minimo i problemi dentali che spesso accompagnano il periodo di gestazione, basta lavarsi i denti due volte al giorno e usare il filo interdentale quotidianamente, seguire un'alimentazione equilibrata e andare regolarmente dal dentista;
  • le nausee mattutine sono uno dei principali sintomi di gravidanza in alcune donne. La nausea è accompagnata da acidi che, se lasciati in bocca, possono erodere i denti. Bisogna assicurarsi di sciacquare bene la bocca con dell'acqua o con un collutorio al fluoro per tenerne sotto controllo il livello di acidità;
  • avere la bocca secca in gravidanza può comportare rischi più alti di problemi come carie e infezioni orali. Bevendo molta acqua per rimanere idratate e masticando gomme senza zucchero, sarà possibile stimolare la salivazione.

Per Saperne Di Più

La maggior parte delle donne nota delle alterazioni delle gengive durante la gravidanza; arrossamento e sanguinamento mentre si lavano i denti sono le più comuni. In alcuni casi, presentano gravi gonfiori ed episodi di sanguinamento. Tutti questi segni sono meglio conosciuti come "gengivite da gravidanza", disturbo che può presentarsi già dal secondo mese e che raggiunge il suo apice intorno all'ottavo, per poi regredire a parto avvenuto nella maggioranza dei casi.

Il disturbo si sviluppa più frequentemente in gravidanza a causa del più alto livello di ormoni, estrogeni e progesterone, che rende le gengive più vulnerabili alle sostanze irritanti presenti nella placca. Come per le normali gengiviti, infatti, a causarla è la placca stessa e non gli ormoni. La malattia insorge prevalentemente nella parte anteriore della bocca. In gravidanza, il livello di progesterone nell'organismo può essere di dieci volte superiore del normale, potenzialmente favorendo la proliferazione di determinati batteri che causano la gengivite. Inoltre, il sistema immunitario potrebbe funzionare in maniera diversa, causando alterazioni nel modo in cui il corpo umano reagisce ai batteri responsabili del disturbo.

Praticare una buona igiene orale aiuta a ridurre al minimo gli effetti della gengivite da gravidanza: bisogna sempre lavare i denti due volte al giorno per due minuti e usare quotidianamente il filo interdentale. Un collutorio antibatterico può essere d'aiuto per tenere sotto controllo le infiammazioni gengivali e la placca.

Prepararsi Al Meglio

Indipendentemente dai sintomi che accompagnano la gravidanza, bisogna sempre prendersi cura della propria bocca seguendo buone abitudini, tra cui l'uso regolare di filo interdentale e spazzolino, per mantenere denti e gengive sane durante il periodo di gestazione. 

Di seguito, alcuni consigli utili da seguire.

  • Andare dal dentista per un controllo
    Effettuare controlli, pulizie ed eventuali trattamenti necessari. I batteri che causano carie possono essere trasmessi al bambino dopo la nascita.
  • Lavare i denti due volte al giorno
    Lavare i denti due volte al giorno per due minuti con un dentifricio al fluoro. Per sbarazzarsi di placca e residui di cibo, è consigliabile usare uno spazzolino a setole morbide, posizionandole sul margine gengivale (dove denti e gengive si incontrano): è da qui che insorge la malattia gengivale e si sviluppa la placca.
  • Passare il filo interdentale ogni giorno
    Usare il filo interdentale ogni giorno per pulire gli spazi tra i denti, non raggiungibili dallo spazzolino, e sotto il margine gengivale.
  • Ridurre il consumo di cibi zuccherati o amidacei
    Gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri o amido possono causare attacchi da parte degli acidi ai denti. Bisognerebbe inoltre bere meno bevande zuccherate e mangiare meno dolciumi, responsabili di carie, provando a sostituirli con frutta e verdura.
  • Mangiare cibi ad alto contenuto di calcio
    I denti e le ossa del nascituro hanno bisogno di calcio, presente in latte, formaggio, fagioli secchi e verdure a foglia verde.
  • Curare la secchezza delle fauci
    Rimanere idratate bevendo molta acqua durante la gravidanza. Succhiare cubetti di ghiaccio offre un duplice beneficio: idrata la bocca e dona sollievo dalle nausee.

Prodotti in evidenza

Il gonfiore gengivale ti sta rovinando la giornata?

Avere le gengive gonfie non è una bella esperienza; per fortuna, c'è Colgate. Prova uno dei nostri prodotti per la salute gengivale.