Sintomi, cause e trattamento della patina sulla lingua

Patina bianca sulla lingua

Se dovessimo scrivere un CV per tutte le parti della nostra bocca, quello della lingua occuperebbe ben più di una facciata. Questo organo è deputato a rilevare il gusto, si coordina con le labbra e i denti per farci parlare senza sosta e contribuisce alla digestione e alla pulizia della bocca; insomma, ha moltissime funzioni. Tuttavia, anche la lingua può ammalarsi. La comparsa di una patina sulla lingua, ad esempio, indica che è il momento di consultare un professionista della salute orale.

Quando consultare un medico per la patina sulla lingua

La lingua appare rivestita da uno strato bianco quando tra le papille gustative si depositano detriti, batteri e cellule morte. Generalmente, nonostante lo strano aspetto, questa condizione è innocua. Tuttavia, una lingua con patina bianca può essere il sintomo di un grave problema di salute.

In caso di lingua con patina bianca è bene consultare il dentista/igienista se si avverte dolore, se la patina persiste per oltre tre settimane o nel caso in cui ci si preoccupi delle alterazioni associate a questa patina avvenute nella propria lingua.

Le cause della patina sulla lingua

Il portale Farmacoecura elenca numerosi motivi per cui la lingua possa apparire rivestita di una patina bianca. Condizioni comuni sono una scarsa igiene orale, la tendenza a respirare con la bocca e la bocca secca. È inoltre risaputo che il consumo di alcol e il fumo provocano diversi problemi di salute, tra cui la comparsa di una patina bianca sulla lingua. Il problema può inoltre dipendere da un’alimentazione squilibrata. Infine, la lingua con patina bianca può dipendere da febbre o patologie cardiache congenite.

La presenza di una patina o di chiazze bianche potrebbe anche essere il sintomo di una patologia più grave, come la candidosi orale e la leucoplachia. Queste patologie necessitano di una visita medica oppure odontoiatrica.

Candidosi orale

La candidosi orale, o mughetto, è un’infezione della bocca causata da un lievito, la Candida. Nella bocca, nell’apparato digerente e sulla cute di una persona in salute ci sono piccole quantità di Candida. Altri microorganismi e batteri impediscono al fungo di crescere incontrollato. Tuttavia una malattia, lo stress e l’assunzione di farmaci possono aumentare la produzione di Candida.

Il sintomo principale del mughetto sono lesioni di colore bianco che ricordano i fiocchi di latte, solitamente visibili sulla lingua e sulla superficie interna delle guance. Chiunque può soffrire di candidosi orale, ma è più comune tra neonati e bambini, negli anziani e nelle persone con un sistema immunitario indebolito. Può dipendere da:

  • Uso di antibiotici e corticosteroidi
  • Fumo
  • Diabete
  • Malposizionamento della dentiera
  • Malattie gravi, come HIV e cancro
  • Gravidanza

Per curare la candidosi orale occorre assumere farmaci antifungini per 10-14 giorni.

Leucoplachia

Le chiazze bianche sulla lingua possono essere causate anche da una crescita cellulare eccessiva, una condizione nota come leucoplachia. I fumatori ne sono più soggetti rispetto ai non fumatori. A volte la presenza di leucoplachia può indicare un cancro, anche se per formulare una diagnosi il dentista dovrà visitare il paziente.

Le lesioni tipiche della leucoplachia generalmente si risolvono in modo autonomo. Se le chiazze persistono per oltre due settimane si consiglia di consultare il proprio dentista.

Come trattare la patina sulla lingua

Indipendentemente dalle cause della patina bianca sulla lingua, solitamente questa condizione si accompagna ad alito cattivo. La colpa è dei batteri aggiuntivi presenti sulla lingua. Combattere l’alito cattivo causato dalla patina sulla lingua è semplice, proprio come mantenere una corretta igiene orale.

Si consiglia di lavare i denti almeno due volte al giorno e usare filo interdentale o scovolino dentale. Inoltre, è bene programmare l’igiene orale professionale a intervalli regolari. Oltre a tenere i denti sani e puliti, il dentista/igienista potrà identificare la causa della patina sulla lingua e ripristinare una salute orale perfetta.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Disturbi comuni negli ADULTI

Con il passare dell'età, è essenziale prendersi cura della propria salute dentale. Di seguito, troverai un elenco delle condizioni da tenere d'occhio.

  • Malattie gengivali – Se non segui rigorosamente il tuo regime di igiene orale e salti spazzolamento e uso del filo interdentale, placca batterica e tartaro possono accumularsi sui denti e causare infiammazioni batteriche. Se non trattati, placca e tartaro possono causare danni irreparabili all'osso mascellare e alle strutture ossee che supportano i denti, provocandone un'eventuale perdita.
  • Cancro orale – Secondo il National Institute of Dental and Craniofacial Research, ente governativo americano per la ricerca dentale e craniofacciale, il rischio di cancro orale è più alto negli uomini sopra i 40 anni. Il rischio sale quando vengono consumati prodotti a base di tabacco e bevande alcoliche. Nella maggior parte dei casi, il tumore può essere diagnosticato dal dentista durante un controllo di routine.
  • Rottura delle otturazioni dentali – La vita utile delle otturazioni va dagli otto ai dieci anni. Tuttavia, a volte durano anche 20 anni, se non di più. Quando iniziano a fratturarsi, i residui di cibo e i batteri che si intrappolano al loro interno possono causare carie profonde.