Definizione

I denti del giudizio sono i terzi (e ultimi) molari presenti su entrambi i lati della mascella e della mandibola, nonché gli ultimi denti a spuntare; la loro eruzione avviene tipicamente durante la tarda adolescenza o appena compiuti i vent'anni.

Segni E Sintomi

I denti del giudizio che non spuntano completamente o crescono storti possono provocare sovrapposizione e disturbi dentali dolorosi. L'American Dental Association (Associazione Dentistica Americana) raccomanda un controllo dei denti del giudizio tra i 16 e i 19 anni per valutare un'eventuale estrazione, in quanto i denti rimossi prima dei 20 anni presentano radici meno sviluppate e comportano minori complicazioni.

Cause

Dato che i denti del giudizio sono gli ultimi denti permanenti a spuntare (o "eruttare"), spesso la bocca non dispone di abbastanza spazio per permetterne la crescita. I denti del giudizio diventano così inclusi (si fermano sotto il margine gengivale, senza che ne avvenga l'eruzione). In caso di denti inclusi, rigonfiamenti e sensibilità potrebbero colpire l'area dei terzi molari.

Diagnosi

L'estrazione dentale è una procedura relativamente ordinaria. Il dentista o un particolare specialista, chiamato chirurgo orale e maxillofacciale, consiglierà di effettuare l'intervento in anestesia locale se il dente è spuntato, oppure una sedazione per via endovenosa o un'anestesia generale in caso di dente incluso. Il chirurgo suggerirà l'alternativa migliore per il paziente i cui denti del giudizio verranno estratti.

Trattamento

ISe l'eruzione dentale è già avvenuta, si procederà con l'estrazione del dente (o dei denti). Terminato l'intervento, il dentista potrebbe chiedere di stringere delicatamente tra i denti un pezzo di garza per 30-45 minuti dopo aver lasciato lo studio dentistico, al fine di limitare un eventuale sanguinamento.

In caso di denti del giudizio incuneati e inclusi (incastrati nell'osso), il chirurgo orale procederà con un'incisione della gengiva ed estrarrà il dente in diverse sezioni per ridurre al minimo la quantità di struttura ossea asportata. Potrebbero insorgere dolori o rigonfiamenti, che normalmente passano dopo alcuni giorni. Bisognerà però chiamare il proprio dentista o chirurgo orale in caso di dolori, rigonfiamento, febbre o sanguinamento intensi e prolungati.

La rimozione dei denti del giudizio a causa di inclusione o sovrapposizione dentale non dovrebbe avere alcuna ripercussione sul morso o sulla salute orale in futuro.

Successivamente all'intervento, si verificano comunemente gonfiore, sensibilità e lividi su viso e collo. Il dentista o chirurgo orale prescriverà impacchi con ghiaccio e antidolorifici per alleviare il dolore; tuttavia, in caso di domande o preoccupazioni riguardo alla guarigione, non bisogna esitare a contattarlo.

Complicazioni

Alveolite post-estrattiva

Dopo l'estrazione, nell'alveolo dentale si forma un coagulo di sangue che sigilla l'area, consentendole di guarire. L'alveolite post-estrattiva si verifica entro i primi cinque giorni dall'estrazione quando il coagulo si rompe o si stacca, lasciando esposti osso e nervi. Il fenomeno interessa una percentuale di persone che va dal 2% al 5%.

L'alveolite è molto dolorosa! Il dentista procederà con la pulizia dell'alveolo, la rimozione di eventuali depositi e l'applicazione di medicazioni per proteggere l'area e far diminuire il dolore. Prescriverà inoltre un antibiotico per evitare il rischio d'infezione e un antidolorifico per alleviare il dolore. Con trattamento e riposo adeguati, l'alveolite post-estrattiva dovrebbe guarire in 7-10 giorni.

Disturbi Correlati

La pericoronite è un'infezione dentale che insorge quando la bocca non dispone di abbastanza spazio per far crescere i denti del giudizio, che spunteranno solo parzialmente e rimarranno in parte coperti dal tessuto gengivale sulla superficie masticatoria. Ciò permetterà a residui di cibo o placca di annidarsi sotto il lembo di tessuto gengivale. Quando l'area diventa infetta, può insorgere la cosiddetta pericoronite, causando gonfiore e arrossamento del tessuto gengivale.

Tra i sintomi troviamo: odori sgradevoli provenienti dalla bocca o alito cattivo, fuoriuscita di pus dalla gengiva vicina al dente, linfonodi ingrossati sotto al mento, spasmi muscolari sulla mandibola e rigonfiamento del lato del viso in cui si trova il dente affetto. La condizione può essere trattata risciacquando la bocca con dell'acqua salata tiepida e assicurandosi che i residui di cibo vengano rimossi. A volte potrebbe essere necessario assumere degli antibiotici o procedere con un intervento di chirurgia orale per trattare il problema.

Prodotti in evidenza

Stai seguendo una buona igiene orale post-intervento?  

Se di recente hai subito l'estrazione di un dente del giudizio, è importante mantenere la bocca pulita anche dopo la guarigione. Prova uno dei nostri prodotti contro i germi per una bocca sana.

  • Colgate Total® Original Protection

    Goditi una bocca più sana con il dentifricio Original Advanced. La protezione antibatterica di 12 ore si prende cura della tua bocca.
  • Colgate Total® Daily Repair

    Smalto dentale indebolito? La formula avanzata del dentifricio Daily Repair remineralizza lo smalto indebolito e combatte i problemi gengivali allo stadio iniziale.