Definizione

La sensibilità dentale (conosciuta anche come ipersensibilità dentinale) colpisce denti o radici dentali scoperte. Insorge quando si verifica un assottigliamento dello smalto che protegge i denti o con recessione gengivale; in entrambi i casi la superficie interna, o dentina, rimane scoperta a causa della minore protezione offerta da smalto e gengive al dente e alla radice. La sensibilità dentale colpisce fino al 57% della popolazione.   

Segni E Sintomi

Si presenta quando bevande e cibi caldi, freddi, zuccherati o dall'alto contenuto di acidi, oppure la respirazione di aria particolarmente fredda, provocano sensibilità a uno o più denti. È una condizione che può presentarsi occasionalmente nel tempo.

Cause

Esistono diverse cause scatenanti per la sensibilità dentale, tra cui:

  • smalto consumato da uno spazzolino duro o da uno spazzolamento eccessivamente vigoroso;
  • erosione dentale dovuta a cibi e bevande ad alto contenuto di acidi;
  • erosione dentale causata da bulimia o malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE);
  • recessione gengivale che lascia scoperte le radici dentali.

Una corretta igiene orale è essenziale per prevenire che le gengive si ritirino e causino dolori dovuti alla sensibilità dentale. Uno spazzolamento mal eseguito o eccessivo potrebbe renderle sensibili. Chiedi consiglio al dentista per il tuo regime di igiene orale quotidiana.

Diagnosi

Il primo segno di sensibilità dentale è costituito da un dolore breve e acuto a contatto con temperature calde, fredde o alimenti zuccherati. Il dentista dovrà procedere con una diagnosi per escludere altri potenziali disturbi che provocano dolori.

Prevenzione

Spazzolare correttamente i denti per almeno due minuti, due volte al giorno, con un dentifricio a basso contenuto di sostanze abrasive e usare il filo interdentale quotidianamente possono aiutare a ridurre i rischi di sensibilità dentale. Anche seguire una dieta che preveda cibi a bassi livelli acidici può favorirne la prevenzione.

Trattamento

Oltre a consigliare l'uso di dentifrici a basso contenuto di sostanze abrasive, il dentista può prescrivere dei rimedi da impiegare a casa, come un gel al fluoro da usare con lo spazzolino, un collutorio al fluoro o un dentifricio ad alto contenuto di fluoro appositamente formulato per diminuire la sensibilità dei denti e fornire ulteriore protezione dalla carie. Esistono anche altri trattamenti applicabili sulla superficie dentale per offrire maggiore protezione, come delle lacche al fluoro.

Disturbi Correlati

Oltre alla sensibilità dentale, il dolore può essere causato dai seguenti disturbi e condizioni:

  • carie dentale;
  • denti fratturati o scheggiati;
  • digrignamento o stringimento dei denti;
  • perdite intorno a ricostruzioni;
  • ossidazione dentale esterna.

Prodotti in evidenza

I denti sensibili ti danno del filo da torcere?

La sensibilità dentale può rendere dolorose semplici azioni come mangiare e bere. Prova uno dei nostri prodotti per alleviare la sensibilità: con un uso continuato, possono prevenirne il ritorno.

  • Colgate Total® Daily Repair

    Smalto dentale indebolito? La formula avanzata del dentifricio Daily Repair remineralizza lo smalto indebolito e combatte i problemi gengivali allo stadio iniziale.
  • Colgate Total® Original Protection

    Goditi una bocca più sana con il dentifricio Original Advanced. La protezione antibatterica di 12 ore si prende cura della tua bocca.