Bulimia

Conseguenze sulla salute orale
Gli effetti della bulimia sui denti sono spesso ben identificabili. I frequenti episodi di vomito possono causare un rigonfiamento delle ghiandole salivari e rendere bocca e lingua secche, arrossate e doloranti. Chi soffre di bulimia può anche avere mal di gola cronico e piccole emorragie sotto la pelle del palato.

Rigurgiti ricorrenti possono erodere lo smalto dei denti, in particolare sul lato interno degli incisivi superiori. Di conseguenza, il rischio di carie in quest'area della bocca aumenta notevolmente e i denti possono diventare sensibili al caldo e al freddo. Una grave erosione può causare deformazioni del morso, ovvero il modo in cui i denti superiori e inferiori si chiudono avvicinandosi. I denti posteriori possono diventare di dimensioni ridotte e può verificarsi anche la perdita di denti. L'erosione dentale può impiegare fino a tre anni per diventare visibile, tuttavia non si verifica in tutti i soggetti bulimici.

Molte persone affette da bulimia sono denutrite; la malnutrizione può causare anemia, scarsa guarigione delle ferite e maggiori rischi di malattia parodontale.

Nel corso del trattamento di questo disturbo alimentare, potrebbe occorrere del tempo prima di essere in grado di controllare gli episodi di vomito autoindotto. Bisogna evitare di lavare i denti subito dopo aver rigurgitato, in quanto gli acidi gastrici indeboliscono lo smalto e lo spazzolamento potrebbe eroderlo. È consigliabile utilizzare un dentifricio al fluoro per lavare i denti, in quanto aiuta a rafforzarli.

Per alleviare la secchezza delle fauci, bisogna idratare la bocca bevendo dell'acqua. Il dentista può anche prescrivere dei sostituti della saliva, oltre che trattamenti al fluoro per l'uso quotidiano come collutori o gel disponibili solo su ricetta medica.

Dal dentista
Se soffri di bulimia, durante una visita il tuo dentista può consigliarti dei trattamenti al fluoro e prescrivere un gel al fluoro da utilizzare a casa. Vai dal dentista regolarmente: potrà individuare eventuali carie o infezioni.

Le cure odontoiatriche possono ricoprire un ruolo importante nel trattamento della bulimia. Il dentista può collaborare con altri professionisti medici per armonizzare i trattamenti dentali con quelli per il disturbo alimentare. In caso di gravi danni ai denti mentre è ancora in corso un trattamento per la bulimia, il dentista può prescrivere un apparecchio che copre i denti e li protegge dagli acidi gastrici.

Una volta che la bulimia è sotto controllo, potrebbe essere necessario dover curare alcuni denti. Se la perdita di smalto viene presa e fermata in tempo, è possibile sostituire lo smalto con un materiale chiamato resina composita o con dell'amalgama. In caso di erosioni più gravi, sarà necessaria un'estrazione dentale. I denti persi potranno essere sostituiti con ponti o impianti.

 

Altri articoli

Conseguenze di ANORESSIA/BULIMIA sulla salute orale

Con l'anoressia può insorgere l'osteoporosi, che indebolisce le ossa della mandibola che sostengono i denti, portando alla perdita dei denti stessi. In caso di bulimia, gli acidi dello stomaco presenti nel vomito passano dalla bocca e possono corrodere lo smalto , causando erosione e sensibilità dentale, decolorazione e potenziale perdita dei denti.