Tre cose da sapere sui denti traslucidi

Tre cose da sapere sui denti traslucidi

Generalmente i denti sono opachi, ma alcune persone potrebbero notare di avere i bordi dei denti traslucidi. Che si tratti di una caratteristica presente da sempre o insorta recentemente, occorre prenotare una visita da un dentista/igienista. Ecco tre cose da sapere su questo problema.

1. Le cause dei denti traslucidi

Condizioni come la celiachia possono compromettere lo sviluppo dello smalto, perciò la conseguenza sarà un aspetto traslucido dei denti e la presenza di piccoli buchi o bande scolorite. Anche l'ipoplasia dello smalto, un effetto collaterale di alcune condizioni genetiche e fattori ambientali può assottigliare la superficie del dente. Questa patologia influenza lo sviluppo dei denti fin dalle fasi iniziali e causa l'ipomineralizzazione (ovvero la perdita di minerali dallo smalto dentale), dando ai denti un aspetto traslucido.

Un’altra possibile causa della translucenza è l’erosione acida. Lo smalto dei denti può essere eroso dagli acidi presenti in alimenti e bevande o a causa dell’esposizione agli acidi gastrici, ad esempio se si soffre di malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), nausee mattutine o bulimia. Tuttavia, poiché le cause possibili sono davvero numerose, la soluzione migliore è rivolgersi al proprio dentista/igienista per capire cosa stia succedendo.

2. La prevenzione

Non è possibile prevenire malattie genetiche come la celiachia o l’ipoplasia dello smalto, ma se ne possono controllare gli effetti fisici, come l’erosione acida. Per impedire che l’acido consumi lo smalto e assottigli i denti, si può provare a ridurre il consumo di bibite gassate, succhi di frutta e altri alimenti e bevande acide, preferendo alternative naturali. Nel caso in cui si ingerisca qualcosa di acido, ricordarsi di sciacquare la bocca con acqua per rimuovere il più possibile il residuo.

Le condizioni di salute che espongono i denti agli acidi gastrici richiedono una visita dal proprio medico di famiglia per un trattamento preventivo più diretto. Nel frattempo, per proteggere lo smalto, è bene sciacquare la bocca con acqua dopo qualsiasi episodio di vomito o reflusso acido. Occorre inoltre attendere 30 minuti dopo l'esposizione all'acido prima di lavarsi i denti, perché spazzolarli troppo presto potrebbe danneggiare lo smalto.

3. Le opzioni di trattamento

Non è possibile sostituire lo smalto una volta perso, ma il dentista ha a sua disposizione diversi trattamenti che aiutano a ripristinare l’aspetto originario dei denti, in particolare bonding o faccette. Il dentista determinerà il tipo di trattamento più adeguato. Ecco una descrizione dei due metodi:

  • Il bonding è un trattamento cosmetico rapido e minimamente invasivo che consente di ripristinare l’aspetto dei denti durante un unico appuntamento. Qualora si opti per questo metodo, il dentista andrà ad applicare resina composita sui denti e la modellerà in modo che si adatti alla forma della bocca. Una volta perfezionato l’aspetto della resina, questa verrà indurita e levigata.
  • Le faccette dentali sono un altro modo per camuffare lo smalto traslucido. Queste sottili lamelle in porcellana vengono fissate in modo permanente alla superficie dei denti e, se il proprio dentista le consiglia, potrebbero occorrere due appuntamenti qualora vengano realizzate da un laboratorio esterno. Innanzitutto, il dentista preparerà la superficie dei denti, rimuovendo una piccola quantità di smalto per adattarli, quindi fisserà le faccette con del cemento dentale.

Se i propri denti appaiono leggermente diversi è bene recarsi dal proprio dentista/igienista per scoprirne il motivo. Una volta identificata la causa è possibile iniziare il trattamento per ripristinare l’aspetto dei denti traslucidi, in modo da non alterare la propria routine quotidiana.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

Perché il tabacco è una MINACCIA PER LA SALUTE ORALE?

La minaccia più pericolosa per la salute orale portata dal tabacco è rappresentata dal cancro orale. Secondo l'American Cancer Society,

  • circa il 90% di chi soffre di cancro alla bocca o alla gola ha consumato tabacco nella propria vita. Il rischio di insorgenza di cancro orale aumenta con il consumo prolungato di tabacco da fumare o da masticare;
  • il rischio di tumori orali è sei volte maggiore nei fumatori rispetto ai non fumatori.
  • Circa il 37% dei pazienti che continuano a fumare dopo aver ricevuto un trattamento contro il cancro sviluppa tumori secondari in bocca, in gola o sulla laringe, percentuale che scende al 6% nelle persone che abbandonano questa abitudine;
  • il tabacco non fumato è stato associato all'insorgenza di cancro delle guance, delle gengive e della superficie labiale interna, aumentando i rischi di questo tipo di tumori di quasi il 50%.