Alitosi: le cause dell'alito cattivo

Cause dell'alitosi

La routine quotidiana può essere all'origine dell'alito cattivo? Le comuni cause dell'alitosi includono attività abituali, come l'alimentazione o l'igiene orale. Scopriamo insieme quali aspetti della quotidianità possono contribuire a rendere l'alito sgradevole.

  1. Digiuno prolungato. Anche se può sembrare strano, i periodi di digiuno prolungato tendono a influire sull'alito. In effetti saltare i pasti e seguire diete ipocaloriche possono promuovere l'alitosi. Al fine di risolvere il problema, è sufficiente consumare almeno tre pasti al giorno, ogni tre o quattro ore.

  2. Malattia. I disturbi gengivali, il diabete e persino la sinusite sono condizioni spesso correlate all'alito cattivo. Se i rimedi più comuni contro l'alitosi non migliorano la situazione, è bene rivolgersi al proprio medico curante o dentista di fiducia.

  3. Scarsa igiene orale. Quante volte al giorno spazzolate i denti? Se non lo fate almeno due volte al giorno, per 120 secondi a seduta, allora il rischio di alitosi diventa reale. Occorre poi ricordarsi di pulire accuratamente anche la lingua, poiché proprio qui si accumula l'odore dei residui di cibo incastrati tra i denti!

  4. Spazzolamento dei denti nel momento sbagliato della giornata. La maggior parte delle persone si spazzola i denti al mattino. Se l'operazione viene eseguita prima della colazione, tuttavia, il cibo consumato rischia di rimanere intrappolato tra i denti: i residui diventano così un ricettacolo di batteri, trasformandosi in una delle principali cause di alitosi.

  5. Alimenti dal sapore deciso. L'aglio sulla bruschetta è per molti irrinunciabile, ma gli effetti sull'alito possono non essere altrettanto graditi. In vista di occasioni speciali, se l'alito fresco e profumato è d'obbligo, è quindi bene evitare alimenti dal sapore deciso quali cipolle, aglio e persino caffè o alcolici.

  6. Bocca secca. Alcuni farmaci e trattamenti medici specifici possono essere all'origine della xerostomia, condizione caratterizzata dalla secchezza della bocca e dovuta alla riduzione del flusso salivare. La saliva è responsabile dell'eliminazione dal cavo orale delle cellule all'origine del cattivo odore e pertanto, se la sua produzione è insufficiente, le cellule rimangono all'interno della bocca, causando alito cattivo.

  7. Prodotti a base di tabacco. Decine di buone ragioni dovrebbero convincere le persone a smettere di fumare o masticare tabacco e l'alito cattivo è certamente una di queste. I fumatori e i masticatori di tabacco, infatti, hanno spesso l'alito che odora di tabacco e soffrono di alitosi per i batteri che si accumulano all'interno della bocca.

Prestare cure e attenzioni maggiori alla propria routine quotidiana è spesso sufficiente per avere l'alito fresco e un sorriso affascinante.

Questo articolo vuole promuovere la comprensione e la conoscenza di argomenti generali relativi alla salute orale. Non è destinato a sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un professionista. Chiedi sempre il parere del tuo dentista, o di un operatore sanitario qualificato, per qualsiasi domanda tu possa avere riguardante una condizione medica o un trattamento.

Altri articoli

l'ALITOSI

Definizione

L'alitosi è normalmente causata dalla scomposizione dei residui di cibo da parte di batteri responsabili dei cattivi odori. Altri fattori scatenanti includono una scarsa igiene orale, bocca secca, disturbi di vario tipo, infezioni, consumo di tabacco e una dieta troppo povera.

Cause

L'alito cattivo ha origine prevalentemente in bocca a causa di vari fattori, tra cui:

  • particelle di cibi dal forte odore, come aglio o cipolla;

  • fumo;

  • infezioni respiratorie;

  • reflusso acido;

  • accumuli batterici sulla lingua;

  • scarsa igiene orale.